L’Istituto

L’Istituto Comprensivo “V. Guarnaccia” è stato istituito il primo settembre 2000 in seguito alla unificazione della scuola media ”Guarnaccia” con la direzione didattica “ Marconi”. Il nostro Istituto riunisce la Scuola dell’Infanzia, la Primaria e la Secondaria di Primo Grado, pertanto l’azione educativa- didattica ha il vantaggio della continuità (verticale), che permette di attivare percorsi unitari con progetti comuni tra alunni di scuola dell’Infanzia/Primaria e Primaria/secondaria di Primo Grado. L’ Istituto Comprensivo pone molta attenzione, infatti, alla continuità educativaformativa, tutte le iniziative nascono dal confronto, dalla condivisione tra tutte le componenti dell’I.C. , avendo anche una certa flessibilità nelle scelte funzionali idonee per garantire l’identità di ciascun ordine di scuola, per realizzare una reale integrazione reciproca e per rafforzare il senso di appartenenza alla scuola. L’Istituto insiste in un solo centro cittadino, Pietraperzia, ed è formato da 6 plessi: il plesso “Guarnaccia” scuola Secondaria di Primo Grado, e plesso San Giovanni Paolo II – Primaria, in via Marconi n.8, sede dell’Ufficio del Dirigente Scolastico e degli Uffici Amministrativi. Il plesso “Marconi” di Scuola Primaria in viale Marconi n.10, il plesso “Verga” di Scuola Primaria e dell’Infanzia, il plesso Largo Canale di scuola dell’Infanzia, il plesso “San Domenico” di Scuola dell’Infanzia. 

Nella piena fiducia che la formazione culturale continui ad essere un elemento di assoluta importanza pur all’interno di una società “liquida” come la nostra (Bauman, “Modernità liquida” trad. it. 2002), la principale missione che il nostro istituto si propone con la propria azione educativa è quella di sviluppare al pieno quelle competenze che la più moderna riflessione pedagogica considera ormai un prerequisito indispensabile per un organico e consapevole inserimento nella società e nel mondo del lavoro. L’Istituto intende quindi formare giovani cittadini responsabili, rispettosi del prossimo, culturalmente curiosi, capaci di mettere a frutto la propria creatività tramite le competenze progettuali legate al problem solving ed aperti verso le nuove tecnologie. Persone che, oltre alle competenze disciplinari specifiche, possiedano un metodo di lavoro spendibile con profitto in contesti diversi. Persone che comprendano l’importanza di investire continuamente nella propria formazione ed abbiano gli strumenti culturali e metodologici per farlo, con lo scopo di dare il proprio fattivo e consapevole contributo alla società di cui fanno parte.

Il Dirigente Scolastico, inquadrato nella dirigenza dello stato (Area V della Dirigenza), è (decreto legislativo n. 165/01, art.25) “responsabile della gestione delle risorse finanziarie e strumentali e dei risultati del servizio. Nel rispetto delle competenze degli organi collegiali scolastici, spettano al dirigente scolastico autonomi poteri di direzione, di coordinamento e di valorizzazione delle risorse umane. In particolare il Dirigente Scolastico organizza l’attività scolastica secondo criteri di efficienza e di efficacia ed è il titolare delle relazioni sindacali”. Il “Preside”, prima quasi primus inter pares, è stato trasformato in Dirigente Scolastico con l’autonomia scolastica concessa negli ultimi anni ha ricevuto maggiori responsabilità e soprattutto una veste nuova. Il Dirigente controlla le risorse finanziarie concesse dallo Stato alla scuola a lui affidata, e deve fare periodicamente resoconto del bilancio al Consiglio d’Istituto. È sua la firma sotto ogni circolare o documento emesso dalla scuola, e di conseguenza è anche sua la responsabilità su ciò che i documenti dicono. In sostanza, col tempo sta avendo sempre più le funzioni di un normale dirigente d’azienda. Ai Dirigenti Scolastici spetta lo svolgimento di numerosi e peculiari incarichi aggiuntivi tra i quali la presidenza delle commissioni giudicatrici degli esami di stato del primo e del secondo ciclo, la presidenza di commissioni di concorso a cattedre, la reggenza di ulteriori istituti scolastici, la direzione delle attività connesse all’educazione degli adulti e alla terza area degli istituti professionali, la direzione di corsi di formazione per il personale. Per i suddetti incarichi spettano al dirigente indennità aggiuntive, fatta eccezione per l’incarico di presidenza delle commissioni giudicatrici degli esami di stato del primo ciclo (ex esami di licenza media). Tale incarico, pur essendo obbligatorio e aggiuntivo, non comporta compensi né alcun rimborso spese.

Notizie recenti:

#Maturità 2018, on line le commissioni d’Esame

  ACCESSO  Istituto Comprensivo "Vincenzo Guarnaccia" Pietraperzia (EN)   Sono disponibili sul sito www.miur.gov.it le commissioni della #Maturità2018. L’elenco dei commissari è stato fornito ieri anche alle segreterie delle istituzioni...

leggi tutto

Al via Miur Radio Network, la web radio delle scuole

  ACCESSO  Istituto Comprensivo "Vincenzo Guarnaccia" Pietraperzia (EN)   Un progetto didattico innovativo per raccontare notizie, eventi, curiosità sul e dal mondo della scuola, in collaborazione con le migliori esperienze radiofoniche delle nostre...

leggi tutto

Dove siamo

logoIstituto Comprensivo "Vincenzo Guarnaccia"- Pietraperzia (En)

Ufficio Relazioni Pubblico

 

Via Marconi, CAP 94016 Pietraperzia(EN)
Tel.: 0934.461069
Fax: 0934.401435
E-mail: enic810007@istruzione.it
PEC: enic810007@pec.istruzione.it
Cod. Fisc.: 91022410863
Codice univoco: UFEY9M

© 2018 Argo Software - Portale realizzato con la piattaforma Argo Web - Template Italia configurato sul tema accessibile EduTheme V.2.3 (Venus)